Blatta Orientalis

Tra le specie più diffuse in Italia c'è la Blatta Orientalis comunque  diffusa in tutta il mondo e predilige le zone più fredde a differenza delle specie dell'ordine delle Blattoidee

Si trova soprattutto nelle zone di scarsa igiene ed evita ambienti luminosi.
Questa specie è relativamente letargica, predilige il movimento nelle ore notturne ed evita ambienti luminosi: la sua comparsa in orario diurno indica una grande infestazione.

La Blatta orientalis, oltre ai danni che porta all'uomo nutrendosi delle sue derrate alimentari, trasferisce a queste il disgustoso odore delle sue ghiandole repugnatorie, è ospite intermedio di Nematodi e vettore di Protozoi e di uova di Nematodi e Cestodi, emesse tramite le feci dell'insetto.

Le malattie portate da questo scarafaggio sono: la salmonellosi, il colera, causato dal batterio Vibrio cholerae, a fenomeni di dissenteria, legati agli enterobatteri, all'epatite A e alla poliomielite.
Inoltre La Blatta orientalis libera nell'aria sostanze che possono causare l'insorgere di varie disturbi allergici in persone predisposte a tali patologie.
Share by: